Pensieri sparsi e Radiohead sul treno per Vicenza

nuvole

27 ottobre 2007, quasi le otto del mattino

Posto finestrino sull’Eurostar delle 7.42
Sono partita da casa con il buio e la nebbia, e gli occhiali scuri – troppo pigra per cambiarli…
Il posto n° 15 e’ un po’ arretrato rispetto al finestrino, ma va bene comunque, con l’IPod che trasmette Inrainbows dei Radiohead
15 step – fuori c’e’ una nebbia fittissima che avvolge campi e case della provincia, e dentro c’e’ una mosca che ronza tra me e la vicina – che viaggio lungo per una mosca!
Con Bodysnatcher la nebbia sparisce
Tutte le volte che incrocio un treno mi viene in mente il racconto di Agatha Christie: un tizio su un treno assiste ad un omicidio che avviene sul treno che sfreccia in direzione opposta – inverosimile, lo so, come tanti altri racconti di A.C., ma li ho letti tutti, e mi sono anche piaciuti
In Nude la voce di Thom Yorke e’ delicata e la melodia poetica, fuori si vedono il Lago di Garda e la stazione di Desenzano
Mi piace essere in viaggio a quest’ora, con le strade ancora illuminate dai lampioni, le montagne sfumate sullo sfondo, come insegnano per una corretta prospettiva – non sono brava in disegno, io farei le montagne a punta, con il sole che spunta tra due rilievi e i raggi diritti verso il cielo :)
Intanto i Radiohead scorrono che e’ un piacere – e’ sempre un piacere ascoltarli
A Verona il cielo e’ pieno di nuvole, acquarellate, alla Turner…
House of Card – qui Thom Y. mi ricorda tanto Neil Young, personalissima associazione – l’ ho ascoltato tantissimo in passato, traducevo i suoi testi e non riuscivo quasi mai a trovare un senso in quelle parole, ora sarebbe diverso
Questo treno arriva fino a Venezia, la prossima volta arrivo fin la’, come quel martedi’ di tre anni fa – una bella giornata, nonostante il mio dente lanciasse pugnali – ora ha smesso, l’ho fatto uccidere con quegli aghetti a spirale, che al solo pensiero mi vengono i brividi
Videotape, l’ultima di Inrainbows – me l’ascolto e mando un sms di Buon Compleanno ad Anna, poi la chiamo

Annunci

8 thoughts on “Pensieri sparsi e Radiohead sul treno per Vicenza

  1. buon giorno
    Simona.
    Buona festa.
    Qui piove.la pioggia che piace a me,fitta ma dolce.che accareza l’anima.!!!!
    Sei molto brava nelle tue descrizioni.
    Perche’ non provi a scrivere racconti.
    Magari su tue esperienze?
    Ti bacio sugli occhi al sapor d’Irlanda
    Ciao
    Tonia

  2. Tonia:
    grazie per il tuo bel complimento, ci ho provato a scrivere, ma non ho continuato. E’ una cosa bellissima, ma probabilmente non ho abbastanza passione e capacita’ per proseguire. Ho la tendenza ad avere tante cose da fare ;)
    Buona festa anche a te, qui c’e’ il sole, ma e’ un sole d’autunno. Gli alberi hanno dei colori meravigliosi, dovrei andare in giro con la macchina fotografica oggi. Un bacione!

  3. buona sera Simona.
    Qui continua a piovere!!!!.
    Conosco benissimo il colore
    a cui accenni.
    Sono i colori del mio autunno.
    La stagione che amo forse ancora di piu’ della primavera.
    Colori soft che mi riscaldano.
    Ho in casa sparpagliate in diversi libri
    delle foglie che ho raccolto tempo fa’.
    Le ho prese in questo periodo quando un viale vicinissimo alla mia casa si riempe all’inverosimile di foglie.
    Come un tappeto.
    E’ uno spettacolo meraviglioso!!!
    Che purtroppo svanisce subito perche’ ripuliscono subito.
    Che strano……
    Gli escrementi dei cani stanno li per giorni interi,ed il mio tappeto……..!!!!
    Ciao.
    Tonia

  4. Bello il tuo racconto, mi ha fatto ricordare i viaggi in treno tra Desenzano e Treviso quando ero via naja. Pensieri che si intrecciavano, parole che si perdevano… Ciao Scorpio79

  5. Tonia:
    anche io ho qualche foglia sparsa nei libri. Le ho sempre raccolte pensando di fare qualche lavoro a decoupage, ma le ho sempre fatte seccare troppo per poterle incollare da qualche parte senza romperle.
    Dovresti cercare di fotografarlo quel tappeto, almeno lo potrai guardare quando vorrai :) Baci!

    Scorpio:
    i viaggi in treno, quando si e’ da soli, ti permettono di pensare, e guardare fuori dal finestrino i panorami che scorrono mi e’ sempre piaciuto un sacco. Per voi uomini il periodo della naja deve essere stato molto denso, un passaggio importante, al di la’ delle opinioni personali sull’effettiva utilita’.
    Buon week end!

  6. … per un attimo ho visto insieme a te il paesaggio che stavi ammirando… proprio bello questo post…. ma allora sei anche una scrittrice?????… mi sa che devo pensarci bene se continuare a tenermi la tele…….

  7. Fitina:
    :))) magari fossi scrittrice! Bastasse non avere piu’ la tele per esserlo… Ora che mi fai meditare, e’ da un po’ di mesi che non ho piu’ nemmeno la lavastoviglie… ;) Buona paella! Baci.

  8. …. se fosse per la lavastoviglie avremmo già scritto un’enciclopedia allora….. non abbiamo mai avuto il privilegio di averla…… ma rimane un nostro sogno……. credimi….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...