32 thoughts on “Telaietto – come smontare il lavoro – Terza parte

  1. Wooow… bellissimo!
    Grazie Simo, grazie, grazie di cuore!
    Certe cose bisogna proprio vederle fare per farsele entrare in testa!
    Settimana prossima mi armo di tempo e pazienza (nemmeno tanta in verità, mi è parso un lavorino così rilassante) e mi metto alla prova col telaietto grande anche io!
    … e come si dice in questi casi: le faremo sapere!
    (^.^)

  2. buon giorno Simona,
    bellissimo lavoro.!!!!!!
    Una scoperta per me,non avevo idea di tutto questo.
    Come vengono utilizzati questi quadrati?
    Cosa si puo’ realizzare?
    Copertine ,cuscini,,dimmi!!!!
    Buona giornata.
    Tonia

  3. MITICAAAAAAAAAAAAAA Simo!!! Grazie!!! Ho i telaietti da diverso tempo ma “l’annodatura” mi creava qualche difficolta’ ( le spiegazioni cartacee non erano chiare), tu sei stata chiarissima!!! Ho visto dei video su you-tube di giapponesi e iniziano dalla destra, mi chiedevo per quale ragione …adesso penso che sia indifferente o no?
    Un grazie anche per i video della forcella e del tricotin!!!:-))) La forcella la ritirero’ da hobbydonna in quanto non trovo piu’ la mia ( di tanti anni fa) il tricotin non penso, perchè avendo delle macchine della maglieria a due fronture riesco a fare un tubolare con pochi aghi!!! Di nuovo GRAZIE!!!
    Salutone Rosi ( Rosyla=nick)

  4. Scarabocchio:
    non c’e’ di che’ :) Mi farai sapere com’e’ andata. Io sto gia’ sperimentando tutti i possibili incroci :P

    Tonia:
    grazie cara :))) I quadrati si possono usare per molte cose, come copertine, copriletti, copricuscini, tovagliette, sciarpe, scialli, borse, astucci… insomma, basta far esplodere la fantasia e le idee arrivano ;) Tu dovresti riuscirci benone!!! Baci

    Rosyla:
    ;) grazie anche a te per il commento. Non sai quanto mi faccia piacere sapere il parere degli altri sulle videoistruzioni. Quello che a me preme e’ che siano utili.
    Per quanto riguarda i Giapponesi, se iniziano da destra la creazione della tessitura non cambia proprio nulla. Forse la dimostrazione e’ stata fatta da una persona mancina? :) Potrebbe anche essere…
    Anche mia mamma lavorava con una macchina a doppia frontura, ora ha “riesumato” da poco un’altra sua macchina da maglieria, piu’ semplice ma pur sempre efficace. Nel frattempo lavora ancora anche a mano :)
    Mi farai sapere come e’ andata con la forcella!

    Buon fine settimana a tutte e tre!

  5. Ciao Simona, anche io come Scarabocchio ho fatto delle prove con cotone, lana, vari incroci ecc, ti ringrazio tantissimo delle spiegazioni perchè davvero utili (Clap, clap, clap)!!! Mi sento gia’ bravissima!!! Ehehehheh
    Tua mamma allora ti ha insegnato qualcosa con la macchina? Un salutone alla mamma perchè non è facile trovare “colleghe-macchiniste”:-))))))!!
    Appena la comprero’ e provero’, ti faro’ sapere come va con la forcella!!!
    Salutone, Rosi

  6. Scarabocchio:
    GRAZIEEEEE!!! sei stata gentilissima per la dedica e complimenti per i tuoi primi “quadrati”. Vero che e’ divertente? Questa notte non dormivo causa influenza e naso colante :( quindi mi sono alzata ed ho fatto qualche mattonella col telaietto, cosi’… per tenermi allenata :) Baci!

    Rosyla:
    Grazie anche a te! :))) In effetti e’ talmente semplice e nello stesso tempo d’effetto, che ci si sente subito brave ;)
    Con la macchina da maglieria, quella per la lana grossa, ho fatto qualche maglioncino anni fa. Ricordo le imprecazioni quando mi cascava tutto il lavoro! :)) Portero’ i tuoi saluti alla mamma macchinista. Baci!

  7. Oh capperi…ecco a cosa servono quegli aggeggi che sono nel cassetto di mia madre! Li ha da sempre perchè le furono regalati quando io ero piccolissima ma non li ha mai usati. Mi sa che li prendo io ed inizio a cimentarmi, non prima però di aver visto i tuoi video altrimenti non saprei da dove iniziare!

  8. Ciao Simona,piccola cosa leggo,hai l’influeza!!
    Cerca di stare a letto,passa prima .
    Leggendo i vari commenti sui telaietti ragazze mi state riportando indietro nel tempo a quando ero bimbetta.
    Sinceramente non ho il ricordo di questi telaietti,ma conoscendo mia madre e le sue arti non posso negare che non ci siano stati in casa.
    Una buona serata a tutti.
    Baci per te Simona cara.
    Tonia

  9. Ciao Simo sono contenta che mi hai linkato e volevo dirti che fra tutti i blog che ho visitato in quanto a spiegazioni il tuo è il migliore si vede proprio che le fai perchè altre imparino!!!!
    I tuoi video sono precisi , esaudienti e molto particolareggiati.Complimenti ancora!!!
    Ho provato subito ad imparare la forcella perchè l’ho trovata subito in merceria, mi sarebbe piaciuto imparare ad usare i telaietti ma nelle mercerie che ci sono qui in zona non sono riuscita a trovarli; ho visto che sono in vendita su hobby donna ……..magari li ritiro da li…….ci vorrà qualche giorno……….a presto!

    :-)))

  10. Laraenigma:
    ciao! Prova prova, e mi saprai dire com’e’ andata :))

    Tonia:
    innanzitutto un bacione! e’ da qualche giorno che voglio inviarti un’e-mail, ma sto rimandando per vari motivi. Presto arrivera’ :) Ho un raffreddorone da record e tosse, mi sento la febbre e non ce l’ho. Spero che passi presto, che devo fare un sacco di cose! ;)

    Luigia:
    grazie grazie grazie :)
    Ordinali pure su Hobbydonna i telaietti, che da quando abbiamo fatto l’HobbyShow di Assago ad ottobre sono arrivati un sacco di ordini :)
    Un abbraccio e a presto.

  11. ciao sono stata a milano per la fiera di assago con una mia amica e abbiamo finalmente incontrato le insegnanti di PUNCETTO della val sesia poi abbiamo fatto un giro rapido e a casa .Ma poi leggerndo i vari corsi che si potevano frequentare mi sono accorta che c’erano 2 che mi sarebbero piaciuti fare : BRANDA LANA ( fatto però con un pezzo di cartone) e l’AEMILIA_ARS.Sai dove posso trovare le istruzioni o i video o le associazioni da contattare .IO andrò ad ABILMENTE ci sarai pure tu? dove? mi piacerebbe incontrarti grazie a presto

  12. Rosalia:
    ciao :))
    Dunque, inizio col dirti che io saro’ a Vicenza nella giornata di sabato, ma come visitatrice. Spero tanto che un giorno Hobbydonna.it possa partecipare a questa fiera, cosi’ ci andro’ anche come “espositrice” ;)
    Su youtube ho trovato questo video del puncettto:
    http://it.youtube.com/watch?v=XweZDJ7vKc4
    ma quanta pazienza ci vuole per fare questi lavori!!!!??
    Per quanto riguarda le branda lana…forse intendevi la Brandamaglia? All’Hobbyshow di ottobre ho visto la Brandamaglia presso l’Associazione Per Filo e Per Segno, che pare non abbia un sito, ma ho l’indirizzo e-mail:
    perfiloepersegno@yahoo.it
    solo che non e’ in cartone, ma e’ proprio un pezzo metallico di vecchi brande.
    Per quanto riguarda invece l’Aemilia-Ars, so che a Bologna c’e’ una mostra che dura fino al 30 marzo. Qui i dettagli:
    http://www.comune.bologna.it/iperbole/MuseiCivici/museicivici2000ita/homemostre.htm
    Come associazione prova a contattare Il Punto Antico, questo e’ il sito: http://www.intermed.it/ilpuntoantico/
    Non conosco video relativi a queste due cose.
    Ciao e a presto! :)

  13. ciao grazie per la tua sollecita risposta ,ma una mia amica che ha letto la risposta assieme a me mi ha fatto ricordare che stiamo cercando un……chiamiamolo ago putch(ago)…….magic che abbiamo visto in televisione in una televendita americana.Con questo ago si faceva un punto(effetto spugna degli asciugamani a spugna ),ma aveva la particolarità che pettinando il disegno questo diventava come un pelouche e poi mettendo una colla sul retro del disegno poi si poteva ritagliare e applicare su qualsiasi oggetto di abbigliamento come un qualsiasi logo per rinnovarlo o abbellirlo.In una fiera ho trovato qualcosa di simile ma fa solo l’effetto spugna ci puoi aiutare grazie
    p.s per quel che riguarda il puncetto ti posso assicurare che è facilissimo ed io lo adopero come anti-stress perche ogni punto deve essere tirato con forza ciao

  14. simo grazie per il video che mi hai consigliato riguardo al puncetto, è chiaro ma non fanno vedere come si aggancia il filo nuovo, visto che rosalia è brava con questa tecnica potrei chiedere a lei di darmi una mano?
    grazie a tutti

  15. Ciao Nico proprio brava non sono mi arrangicchio.
    BIsogna sostituire la nuova gugliata a quella che sta per terminare nel giro di ritorno.negli ultimi 2-3 nodi si inserisce dietro il nuovo filo(quindi ,quando infili l’ago nello spazio tra due nodi della riga precedente devi avere sull’ago il filo tra i nodi e il nuovo filo)fai i 2-3 nodi sempre nello stesso modo.Sfila l’ago e lo metti nel nuovo filo adesso fai 2-3 nodi mettendo questa volta dietro il lavoro il vecchio filo e procedi nello stesso modo facendo attenzioneche i fili restino sul retro dopo qualche passaggio il filo che sporge al rovescio si taglia senza lasciare tracce,io sono un’autodidatta ,ma per poter fare questi lavori bisogna fare come minimo 3 cm al giorno sembra difficile ma io lavoro spesso davanti alla televisione Spero che ti sia stata d’aiuto Ciao

  16. Il puncetto non è facile e per lo meno facilissimo per una principiante. Deve essere fatto con precisione, specialmente le asole per avere un lavoro ben fatto. Serve tanta pratica.
    Io lo ho imparato da sola, avendo solamente l’ istruzione del ragnetto. Con la pratica e studiando la foto di un quadrato già finito, ho potuto adottare differenti modi nel eseguirlo. Una brava puncettaia mi direbbe “non è giusto”, ma con il mio modo il lavoro viene più esatto.
    Marina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...