Telaietto – prova di unione dei quadrati


Costretta a casa da un’influenza che mi trascino da un po’, ho sperimentato qualche metodo alternativo per unire i quadrati, ma alla fine quello che mi piace di piu’ e’ quello indicato sul foglio delle istruzioni: si sovrappongono due quadrati, lasciando il lato diritto all’interno, si entra con l’uncinetto negli anellini che formano il petalo dei due quadrati, e si uniscono con una maglia bassissima (detta anche mezza maglia bassa). Poi si eseguono 2/3/4 catenelle (a seconda della grossezza del filo) e si rientra negli anellini successivi, unendoli con la maglia bassissima. E cosi’ via.

Per i quadrati che sto facendo – che alla fine formeranno una sciarpetta – faccio girare due volte il filo intorno ai dentini (vedi foto a sinistra), per rendere il lavoro un po’ piu’ pieno.

Una volta uniti i quadrati, ho notato che tra l’uno e l’altro si forma troppo spazio (punti segnati con le x rosse nella foto al centro). Non sapendo come fare per evitare che nell’unione ci siano dei “buchi”, ho pensato di tapparli facendo degli anellini in piu’ (punti indicati col verde) con ago e filo.
Ci tengo a precisare che anche per me il telaietto e’ una novita’, quindi non ho che da imparare, e chiunque ne sappia qualcosa e’ caldamente invitato a informarmi!!! :)))

Altra questione importante e’ che, una volta terminato il quadrato, ci saranno due lati uguali tra loro e diversi dagli altri due. I primi hanno i petali/anellini ben distinti, gli altri due lati hanno invece anche degli anelli piu’ larghi – e sono praticamente i lati in cui (nella fase in cui si creano trama e ordito sul telaietto) si passa il filo da un dentino al dentino a fianco (vedi lati segnati col blu nella foto a destra). Il numero di questi anelli piu’ larghi – che formano una sorta di filo “a ponte” tra un petalo e l’altro – dipende da come si chiudono gli incroci (uno ad uno, due a due).

Nella fase di unione dei quadrati ho avuto qualche difficolta’ proprio con questi due lati.
L’unica soluzione che ho trovato, per ora, e’ stata quella di “inglobare” questo filo in 2/3/4 m. bassissime, per poi passare al petalo successivo. Queste m. bassissime sono in pratica la sostituzione delle catenelle che si fanno quando si uniscono i quadrati sugli altri due lati diversi.

Visita il sito Il Telaietto per guardare i video sul metodo per uniformare i lati e sull’unione dei quadrati

78 thoughts on “Telaietto – prova di unione dei quadrati

  1. Simona ,cara,ci sono i tuoi video sul sito di hobbydonna.!!!!!!
    Congratulazioni!!!!!
    Ma sei diventata importante:-))))!!!!!!
    Bene,molto bene.
    Un bacio forte.
    Ciao.
    Tonia

  2. Scarabocchio:
    Grazieeee:))))

    Tonia:
    li hai visti? ;)) ho proposto l’idea dei video a Gabriella (la responsabile del sito) ed e’ piaciuta. Un abbraccio a te. P.S.: sono guarita finalmente! ;)

    Laraenigma:
    Accidenti! Speriamo saltino fuori, a costo di ribaltare la casa!!! Oddio… non esageriamo va’ ;))

  3. bentornata, ti aspettavo…….se non ricordo male devo avere (a casa di mia mamma ) un numero di mani di fata dove c’erano dei lavori estivi fatti al telaietto …appena posso li cerco e se ti fa piacere te li mando via mail.

  4. ho comprato il telaietto mesi fa ,poi ho preso della rafia naturale l’ho bagnata e l’ho passata nei dentini poi per fare gli incroci equindi i nodi ho utilizzato del cotone per cucire giallo e hofatto solo i nodi esterni del bordo.Poi l’ho tolto dal telaietto e l’ho fatto asciugare e l’ho dipinto con della pittura fosforescente infine ho passato un filo rosso nelle asole e poi l’ho appeso al mio albero di natale che in questo modo splendeva anche do aver spento le luci BELLO…
    piccola controindicazioni se avete dei figli come me l’albero è stato messo via ,ma causa figli i quadratini sono stati disseminati per tutta la casa e quando si spengono le luciper andare a dormire mi trovo il cielo stellato dentro casa ……è molto romantico

  5. Buonasera a tutte, ho messo un commento in un altro argomento sul telaietto, ma siccome non mi sono resa conto che non mi ero firmata (risultava anonimo e non mi sembra giusto, scusate) scrivo anche qui perché non sapete da quanto cercavo questa tecnica.

    Io ho un vago ricordo di questo telaietto di tanti anni fa, ma da quello che dite, come scrive anche rosalia, si può trovare ancora in giro: secondo voi potrei trovarlo in qualche merceria, a parte che su internet?

    Ho giusto tanti rimasugli di lana e il telaietto mi sembra una tecnica abbastanza veloce per utilizzarli (o sbaglio?) , facendo magari delle copertine o altro.
    Grazie per eventuali informazioni e consigli

  6. Rosalia:
    prometto altre idee allora ;)) Vicenza l’ho trovata troppo piccola in questa edizione. Alcune cose mi sono piaciute molto e probabilmente domani ne parlero’ facendo un articolo a parte. La cosa bella e’ che ho imparato due cose nuove: il punto canna ad uncinetto e la rosa irlandese, sempre ad uncinetto. Tutto questo grazie ad una signora bravissima e molto disponibile.
    Per quanto riguarda l’organizzazione della ristorazione/servizi igienici… lasciamo perdere. A presto! :)

    Rosy:
    ciao :)) Il telaietto secondo me e’ proprio l’ideale per esaurire i rimasugli di lana. Essendo una collaboratrice di Hobbydonna.it io non ho avuto problemi a reperirlo (anzi, ora ho anche quello tondo!), ma ho letto anche io di qualcuno che lo ha trovato nelle mercerie. Se sei di Torino lo puoi trovare al negozio La Compagnia del Cotone, e’ l’unica indicazione che so darti per ora. Ciao! ;)

  7. Grazie simo, purtroppo non sono di Torino, comunque oggi voglio provare in una merceria dove ho trovato la forcella e il ferro per il Broomstickcrochet…chissà che questa signora non mi aiuti anche per il telaietto…

    A proposito di uncinetto, qual è il punto canna? Non l’ho mai sentito a meno che non abbia nomi diversi.

    grazie e buona giornata

  8. Per unire i quadrati del telaietto io ho fatto così: invece di fare più anellini con l’ago, quando ho finito di unire con l’uncinetto tutti gli anellini di un lato del quadrato, ho fatto 4 punti di catenella agganciandomi direttamente agli anellini di altri due quadrati. in questo modo non è rimasto alcun buco tra i quadrati, ma si intravede un piccolo incrocio di catenelle. Quando si opera sui lati dei quadrati forniti di archetti, le catenelle diventano mezze maglie basse. Spero di aver fatto capire ciò che ho fatto. Saluti a tuttiRita

  9. Rosy:
    fammi sapere se hai trovato il telaietto:)
    Il punto canna e’ un punto vecchissimo, spero di riuscire entro oggi a fare un articolo sul blog per accennare a questa tecnica. Buona giornata anche a te!

    Rita:
    grazieeeee:)))) Finalmente un’indicazione precisa sull’unione dei quadrati.
    L’unione dei lati con gli archetti allora l’ho indovinata! Che bello :) Invece non avevo pensato alle catenelle per “tappare” i buchi. Ormai ho iniziato la mia sciarpa in questo modo, ma il prossimo lavoro lo faro’ come dici tu.
    Davvero grazie mille per le tue risposte e torna a trovarmi :)

  10. Grazie a te Simo, sai io sono molto più vecchia di tutte voi, ma nonostante i miei 50 non riesco a non prendermi qualche pausa creativa nella mia settimana (sempre quando il lavoro e la famiglia me lo consente). mi dedico a varie cose, se vuoi e mi dici a che email inviarle ti mando le foto. Ti scrivo da Napoli e capirai che ho fatto anche qualche presepe personalizzato.Baci Rita

  11. Grazie simo per il punto canna….per quanto riguarda il telaietto, ieri ho girato per le mercerie di quartiere ma nessuno lo conosce.
    Solo una signora, che già mi aveva procurato la forcella, mi ha detto che chiederà in magazzino e al rappresentante…però devo aspettare fino alla settimana prossima uff…ma mi ha detto anche di continuare pure a cercarlo.

    Oggi provo in altri due negozi…speriamo…stavo anche pensando di provare a farlo io, magari con un cartone moooolto doppio bohhh.

    Buona giornata a tutte

    PS per Rita…guarda che come età ti sono mooooolto vicina (48) eh eh

  12. Ciao Simo, non sapevo se scrivere qui o nell’altra discussione sul punto canna che vedo ormai un po’ mescolata ai telai, …comunque ho trovato in questo link un telaietto sempre per quadrati; a titolo di curiosità, dato che ci sono anche dei progetti gratis, secondo te sarà simile al telaietto?

    http://knitting-and.com/butterfly/index.html

    Ciao

  13. Rosy:
    hai ragione, nei commenti si sono mischiati piu’ argomenti.
    Il link che hai messo e’ INTERESSANTISSIMO!!! Tanto che voglio mettere un articolo sul Blog, citando la fonte chiaramente :)
    E’ molto simile al telaietto da quello che ho visto, ma ha anche delle dimensioni molto grandi, utili per chi vuole fare coperte.
    Grazie ancora :)))

  14. Ciao simo, mi fa piacere lasciarti un saluto dato che sei sempre così gentile e augurarti buona giornata.

    In effetti il sito è proprio interessante ma mi sa che non potrò sfruttarlo se non trovo questo benedetto telaietto…..avrei, come dicevo, giusto una coperta da fare….oggi passo dalla signora che mi aveva promesso di chiedere al magazzino e al rappresentante…chissà… intanto sto macinando il cervello nel caso dovessi costruirmelo io….boh..

    Ciao

  15. Ciao simo, scusa sono di nuovo io per chiederti:

    siccome ho inserito l’argomento telaietto per evenutuali idee, nella sezione degli hobby, arti manuali…del forum “La casalinga ideale”, ma ho inserito altri link sull’argomento, posso citare anche il tuo blog?
    Questo è il link

    http://www.lacasalingaideale.it/

    Grazie ciao

  16. Rosy:
    buongiorno a te :)
    Mi farebbe molto piacere se tu citassi il mio blog sul forum (sono andata a sbirciarlo!). Sei stata gentile a chiedermelo, ma potevi farlo senza problemi.

    Per quanto riguarda l’eventuale costruzione del telaietto, potresti prendere una tavoletta di legno, praticare dei fori nei quali verranno messi dei piolini, legnetti, chiodini (quello che vuoi). Alla fine del lavoro non ti resta che sollevarlo. Per quanto riguarda il Butterfly Loom, mi sembra che nel mezzo, in diagonale, abbia una sorta di cerniera che lo fa piegare a meta’. Questo credo proprio che serva per smontare il lavoro (una volta terminato il quadrato si piega il telaietto non verso il lavoro, ma dalla parte opposta). Durante la lavorazione si deve applicare un fermo per far sì che il telaietto non si apra.
    Sul sito che mi hai mandato ci sono tutte le misure ed illustrazioni abbastanza chiare. Se vuoi costruirlo, potresti prendere una tavola di compensato, disegnarci sopra la sagoma del telaio, che poi farai tagliare (anche a meta’, in diagonale). Applichi le cerniere e il gioco e’ fatto. Facile no? :)) Per quanto riguarda la tecnica di lavorazione, mi sembra proprio che sia piu’ o meno la stessa del telaietto in metallo, ma per questo confido molto nelle notizie in rete.
    In ogni caso, spero che tu riesca a trovare quello che stai cercando da giorni. A presto!

    N.B.: il link sul Butterfly Loom e’ una miniera di informazioni, ed ha anche le immagini di sagome per la costruzione “fai da te” di alcuni telaietti (anche quelli tondi!).

  17. Ciao graaaazie simo per i consigli e ora vado ad inserire anche il tuo blog…per correttezza ho voluto chiederti il permesso.

    E oggi……continua l’indagine…alla ricerca del …..telaietto perduto….eh eh

    Buon pomeriggio

  18. Simo scusa non mi mandare a…sarò un po’ imbranata a quest’ora, appena hai tempo e con calma…..mi puoi dire nel sito butterfly loom sotto quale voce hai trovato le immagini di sagome per la costruzione “fai da te” ? Forse intendi le immagini che compaiono sotto Produts?

    Io ho cliccato dappertutto ma….Grazie e scusa

  19. Rosy:
    nessun problema, sto lavorando al pc ma ogni tanto mi concedo una pausa :)

    Parlavo del link che hai mandato tu: http://knitting-and.com/butterfly/index.html
    devi andare alla homepage http://knitting-and.com
    – da qui clicca su “Small Looms & Daisy Winders”
    – nei tre links sotto il titolo “Making Your Own Flower Looms” clicca su “Ice Cream Lid Daisy Looms (Round)”, qui ci sono le sagome per i telaietti tondi.
    Per il resto sbizzarisciti, sperando che tu conosca un po’ di inglese – anche se le immagini sono piuttosto chiare.
    Vedrai alcuni tipi di telaietti che potrebbero esserti utili per l’eventuale costruzione ;)
    Ciao!

  20. Ciao simo…l’ho trovatoooooooooo…..il telaietto anzi…i telaietti, perchè in un negozio di vendita lana e filati hanno la confezione con le tre misure e relative istruzioni….

    Finalmente qualcuno che non mi ha guardato come una marziana….sono entusiasta come una ragazzina (anche se non lo sono più), ma quando vedo delle tecniche nuove non vedo l’ora di provarle.

    Ora mi vado a rivedere i tuoi video e grazie….ah in questo negozio (e mi sono strapentita di non averlo preso) hanno anche un telaio quadrato di plastica sempre per fare dei quadrati, ma molto più grandi, tipo questo che vedi in questo link, ma forse di 20 cm circa, e con chiudini più ravvicinati:

    Tiny Square Loom

    Ciao e buon fine settimana

  21. Rosy:
    chi la dura la vince!!! Brava che hai perseverato nella ricerca! :) Ora potrai sbizzarrirti, finalmente.
    Il telaietto del link che hai mandato (ed anche altri telaietti di quell’album) li trovi anche su quel sito che hai segnalato qualche messaggio fa.
    Ma hai visto anche le altre immagini di quell’album? Un sacco di altri telai! Che bello, vorrei provarli tutti :))
    Quando ti suggerivo come costruirne uno, intendevo come quello che vedi qui:
    Prym Loom
    una base con fori e chiodini da inserire e poi togliere.
    Grazie ancora, sei una miniera di informazioni ;))

  22. oh simo grazie a te che hai “riesumato” questa tecnica….ed è proprio vero che navigando in internet si creano a volte delle catene o meglio scatole cinesi per cui ci si dimentica anche di come si è scoperti il primo anello….

    Per quanto riguarda l’album, stavo proprio ora sfogliando le immagini e anche io vorrei provare tutti quei telai….ma il tempo è sempre tiranno: quando sembra che posso rubare una mezz’oretta per me…. tadà…imprevisti o altre cose da fare….perciò ho anche cercato tanto il telaietto, perché spero di poter aleternare qualche lavoro più veloce ad altri che ho intrapreso più impegnativi.

    Inoltre se comporo qualche altro strumeto da lavoro….potrei allestire una merceria in casa..

    Ciao

  23. Ciao simo, scusa sono di nuovo io….ho una testa….volevo chiederti, anche se prima di adoperarli pulisco i telaietti, la lana o cotone si scurisce un po’, dato che è di metallo?

    Quando li ho aperti e toccati mi hanno lasciato le mani impolverate, con cosa mi consigli di pulirli, è meglio non bagnarli e pulirli solo con un panno asciutto?

    Altra idea sui telai: avevo pensato, per fare dei quadrati grandi con la tecnica del telaietto, di fare una sagoma quadrata con i bordi tagliuzzati, tipo quelle che hai visto nel sito knitting…etc, usando un cartoncino abbastanza doppio (l’avevo ideato anche nel caso non avessi trovato il telaietto di metallo);
    ma secondo te il filo è troppo tirato e la farebbe piegare? oppure la tensione del filo non deve essere eccessiva e potrebbe funzionare? (magari si potrebbe usare la sagoma appoggiandola sul tavolo e non tenendola sospesa come il telaietto)

    Grazie dei consigli
    Buona serata e buon lavoro

  24. Rosy:
    guarda, l’idea della merceria in casa non mi dispiacerebbe per niente, il vero “problema” e’ il tempo. Ad esempio, non so quanto io abbia impiegato per fare una semplice sciarpa col telaietto. Ora la sto bordando con l’uncinetto. Probabilmente con i ferri avrei impiegato molto meno (a maglia rasata, intendiamoci :p), tuttavia i disegni creati a telaio sono molto d’effetto.
    La sciarpa e’ un po’ irregolare, ma indossata ed annodata fa un figurone! :))
    Per quanto riguarda la pulizia del telaietto… boh! Io userei un panno asciutto. In ogni caso i telaietti che ho io non lasciano nessun tipo di sporco o polvere. Una delle mie prime prove l’ho fatta proprio con del cotone bianco, ed e’ rimasto bianco.
    L’idea di fare una sagoma in cartone immagino vada bene, l’importante e’ che sia abbastanza flessibile per riuscire a smontare il lavoro.
    Per quanto riguarda la tensione del filo, un po’ ci deve essere quando stringi gli incroci, quindi devi scegliere un cartoncino che resista. In poche parole, si dovrebbero fare delle prove :)
    Ciao!

  25. Ciao simo, tutto bene? Spero di sì.
    Ho potuto leggere solo oggi i tuoi gentili consigli, causa lavori in casa…quindi ti puoi immaginare gli impicci e la fatica.

    Ma veniamo al telaietto: nonostante tutto sono riuscita a fare un quadrato, che bello! Il telaio non lascia segni, hai ragione, e l’ho pulito prima con un semplice panno.
    Ho un dubbio però per il filo da lasciare per gli incroci:
    ieri, quando ho provato un disegno che era sul foglio delle istruzioni (non molto chiare per la verità), il filo che avevo lasciato per gli incroci non è bastato e quindi ho dovuto aggiungerne un altro po’ facendo un nodo.
    Ci sono altri metodi per risolvere questo problema?

    Per esempio, se si volessero fare quadrati a due colori, quindi con un filo diverso per gli incroci, anche in questo caso bisognerà annodarlo al filo della trama?

    Ora vado subito a vedere la sciarpa che hai inserito e grazie anche dei consigli per la sagoma.
    Buona giornata

  26. Rosy:
    innanzitutto ti dico che e’ vero, il foglio delle istruzioni e’ davvero fatto malino.
    Per quanto riguarda il filo che non basta fino alla fine degli incroci, si va di nodi. Almeno io ho fatto cosi’. Peraltro non perche’ non bastava il filo (che tenevo sempre anche troppo lungo), ma per il filo che si spezzava…
    Per i due colori, io preparerei il telaio (trama e ordito) con un colore, lasciando un po’ di filo “libero” d’avanzo. Poi prenderei l’altro colore e chiuderei il primo incrocio annodando il filo del secondo colore all’incrocio stesso, proseguendo poi come da istruzioni. Alla fine, smontato il lavoro, non resta che assicurare il filo che avanza del primo colore al lavoro. Spero di essermi spiegata sufficientemente bene :) A presto!

  27. Grazie simo, ti sei spiegata benissimo e poi io ho trovato questo video che mostra come fare gli incroci usando un altro colore:

    Approfitto per fare gli auguri di buona pasqua a te e a tutte le altre e forse per un po’ di giorni non potrò collegarmi.
    A presto

  28. Antonella:
    prova a mandare un’e-mail a lccto@hobbydonna.it, che e’ l’indirizzo per gli ordini e informazioni del sito Hobbydonna.it. Qui e’ in vendita la confezione dei telaietti quadrati nelle tre misure, oppure la confezione dei tre + quello piccolo tondo (che puo’ essere acquistato anche a parte).
    Ciao! :))

  29. ciao Simo tu che sei una maga dei lavori femminili, io ho provato seguendo le istruzioni a fare il puncetto, e diciamo che sono arrivata a fare il nodo di andata e di ritorno e i vari buchini, non ci crederai non riesco a capire come si attacca la gugliata nuova, perche’ non vanno fatti nodi, ma non riesco a capire come si fa. se puoi darmi una risposta gradisco molto

  30. Ciao simo e un saluto a tutte. Rieccomi qua, spero ti vada tutto bene.
    Passo sempre a fare una visitina nel tuo blog anche se non scrivo: a proposito del telaietto (che, ricordi? avevo trovato prima di Pasqua) ho già fatto alcuni quadrati di prova e ho sperimentato un metodo per fare riuscire tutti e 4 i lati uguali, cioè con il ponte fra gli anellini.

    Ho fatto una doppia trama e ordito (sono passata una seconda volta sulla rete creata), così il quadrato mi risulta anche più consistente e pieno.
    Non ho ancora provato però l’umione.

    Inoltre ho provato a fare anche un quadrato col telaietto grande con il cotone (n. 8), ma non mi è piaciuto, è troppo vuoto: forse devo usare cotone molto più doppio e poi voglio provare col telaietto medio.
    Avete qualche consiglio in merito?

    Buona serata

  31. Rosy:
    Ciao :))) Si si, va tutto bene grazie.
    Il modo che hai sperimentato tu lo aveva provato anche Scarabocchio, e credo che anche lei debba ancora unire i quadrati, ma se lo ha gia’ fatto potrebbe darti qualche dritta.
    Ho provato anche io questo metodo, ma quel ponte tra gli anellini mi rendeva piu’ complicata l’unione. Quindi ho deciso di far fare due giri al filo sugli stessi dentini (come vedi dalla prima foto di questo articolo) per rendere il lavoro piu’ consistente.
    Certo è che avere i quattro lati uguali rende il lavoro più uniforme…
    Fammi sapere quando ti cimenterai nell’assemblaggio! Baci :))

  32. Ciao Simo, come va?
    Allora ieri ho trovato il tempo per provare ad unire i quadrati e quindi:

    Primo: ho deciso che non faccio più doppia trama e ordito, per farli più pieni, ma farò come hai detto tu, cioè passo due volte il filo. Infatti col mio metodo i cosiddetti ponti risultano su tutti e 4 i lati e quando dovevo unirli…..non c’ho capito più niente, troppi anelli, ponti, fili…..

    Secondo: ho notato che ci vuole, almeno per me, parecchio tempo per unirli e così si annulla il vantaggio della velocità dei lavori a telaietto.
    Mi spiego: vorrei fare una coperta grande per eliminare un sacco di rimasugli di lana, ma poi dovrò unire i quadrati prima tutti in orizzontale e poi in verticale, ma ho paura di imbrogliarmi con gli anelli ponendo le facce del diritto una contro l’altra.

    Secondo te, e mi rivolgo anche alle altre, ci sarebbe un metodo per unirli per es. ponendoli sul tavolo accostati uno all’altro e acchiappando i vari anelli, o facendo dei tramezzi…insomma non so, mi farebbe piacere avere qualche altro consiglio.

    Intanto …quadretto e poi vediamo se dovrò rinunciare alla coperta..

  33. Scusa simo, non so perché il messaggio precedente è partito come Anonimo!!!….sono io che scrivo e stavo anche salutandoti quando è partito tutto….

    Allora ciao e buon lavoro da rosy

  34. Rosy:
    ma ciao! :))) Sto bene, grazie ;)
    In effetti dovendo unire i quadrati con tutti quegli anelli a ponte è un casino! L’ideale sarebbe avere tutti i lati solo con gli anellini, senza quei fili in mezzo alle scatole! ;)
    Prova a dare un’occhiata qui:
    http://www.thebutterflyloom.com/joining-motifs.php
    le spiegazioni sono in inglese, ma dalle foto si vede abbastanza bene.
    Sono tre metodi per unire i quadrati, e quello dell’intreccio non è male, così a sensazione ;)
    Fammi sapere. Baci!

  35. Ciao Simo, forse il messaggio di venerdì in cui ti ringraziavo del link che non avevo visto, non è partito….comunque grazie mi è di molto aiuto…
    Nel fine settimana ho letto le istruzioni e sono abbastanza chiare.
    Ho provato il n. 4, l’intreccio, ma con i ponti mi sono impicciata.
    Questo metodo mi ricorda quello dell’unione delle strisce a forcella..ti sembra?

    Anche il metodo n. 1, quello di cucire i nodi e lasciare sospesi gli anelli, potrebbe andare, sia con gli anelli sciolti al rovescio che al diritto (penso, verrebbero tipo punto pelliccia).

    Comunque mi sa che il metodo migliore è il n. 2, il giro di maglie alte doppie o triple intorno ad ogni quadrato: certo si deve perdere un attimo di tempo in più ma poi l’unione è molto facilitata. Certo in questo caso è meglio avere i ponti fra gli anelli su tutti e 4 i lati, così fanno da base per il giro a maglie alte.

    Ti farò sapere le mie prove…inoltre guardando le foto, io non vedo i ponti fra gli anelli, forse si mimetizzano bene con gli anelli? Purtroppo non ho trovato nel sito le istruzioni per i quadrati ma solo per i fiori.

    Ciao e buona giornata.

  36. Rosy:
    ciao :) Si, quel tipo di intreccio è proprio quello che si usa per unire le strisce della forcella.
    L’idea di rifinire ogni quadrato prima dell’unione l’ho sperimentata anche io, e ti confermo che viene bene. Non l’ho, alla fine, scelta come soluzione proprio per il tempo :( Non essendo un’esperta di uncinetto avrei impiegato troppo e io spesso sono un tantino impaziente :p
    Ma se tu sei svelta, ed hai tutti i lati con i “ponti”, questa soluzione è la migliore.
    Da quello che ho capito, il Butterfly Loom non è esattamente come il nostro telaietto, infatti quando il lavoro è smontato non ci sono gli anellini a “petalo”, ma solo degli archetti (sono praticamente tutti “ponti”!). Vorrei averne qui uno per vedere le istruzioni…
    Baci!

  37. buongiorno a tutte/i
    sapete darmi qualche informazione in più su questo famoso telaietto per lana?
    Vorrei sapere innanzitutto come si chiama di preciso la tecnica e poi se si trovano degli schemi su internet…così per farmi un’idea…
    Grazie a tutte/i!

  38. Alberto:
    Grazie!

    Meri:
    ciao, il suo nome è “telaietto” ;) Non credo ci siano schemi su internet, puoi trovare dei lavori fatti al telaietto e ci sono alcune indicazioni anche nella confezione.
    Se mai tu fossi interessata all’acquisto clicca qui per informazioni.
    Ciao!

  39. ciao Ragazze… Voglio a tutti i costi questi telaietti.
    Io sono di Milano, qualcuno sa dove posso trovarli in zona P.le Loreto o giù di li? Non ho capito molto come fare a d unirli poi tutti iniseme una volta fatti, ma spero che qualcuno mi consigli al meglio

    Grazie mille !!

    Elena

  40. Elena:
    ciao :) Se avrai pazienza di aspettare l’HobbyShow di Assago a ottobre, ci sarà Hobbydonna alla fiera dove io farò dimostrazioni di telaietto, tricotin e forcella. Inoltre sarà possibile acquistare questi accessori.
    Se non potrai venire, posso solo suggerirti di acquistare il telaietto sul sito di Hobbydonna

  41. ciao Simona e grazie dell’informazione ma quando precisamente ci sarà l’Hobbyshow ad Assago?
    Ora devo decidere se ordinarli via mail o prenderli direttamente in fiera.
    Non ho capito molto su come fare poi ad unire le “piastrelline” fatte, ho letto i suggerimenti che davi a Rosy, e ho visto le foto illustrate, ma sarò anche dura di comprendonio ma non so se ho capito bene.

    ciao Grazie Elena

  42. Ciao a tutti….
    Per chi abita a Milano e a chi interessasse il telaietto, può trovarlo alla :

    BOTTEGA DELLA LANA in via Pergolesi angolo C.so Buenos Aires.

    Io fortunatamente dopo varie avventure l’ho acquistato li.
    Ora il macello è assemblare tutti i quadratini non è affatto semplice. Per chi volesse aiutarmi o consigliarmi…. sono tutta orecchie!!!!

    Ciao
    Elena

  43. Elena:
    ciao :)) Mi fa piacere che tu sia riuscita a trovare i telaietti anche in negozio. Dato il successo che hanno avuto, mi sa che le mercerie si sono rifornite.

    Se sei di Milano e hai intenzione di andare all’Hobby Show di Assago (dal 17 al 19 ottobre), passa allo stand di Hobbydonna, sarò là a fare dimostrazioni di telaietto, tricotin e forcella.
    Sappiate solo che non sono un’esperta! Ma insegnerò tutto quello che so ;)

  44. ciao Simona… spero tanto di poter venire, così ti conosco anche!!!
    Ormai ho fatto un bel po’ di formine col telaietto, vorrei fare una sciarpina tanto per iniziare…. ma mi viene già il panico per quando li dovrò unire….
    sostanzialmente: non ho capito un accidenti di come fare per unirli…

    Che frana…. :-(

    se hai modo di darmi qualche maggior informazione te ne sarei grata…

    Un abbraccio
    Elena

  45. ciao Simo
    conosci qualcuno che puo’ aiutarmi con il ricamo a punto madama caterina
    che non ho capito come si fa a tornare indietro grazie di cuore un bacio

  46. ciao sono nuova; ho appena comprato i telaietti; mi piace provare nuove tecniche con gli urli di mammà che dice: fa una cosa sola; ma mi stufo di fare solo una cosa. qui a Mestre si trovano se volete poi vi dico gli indirizzi. costano 23 euro la confezione dei telaietti quadrati, 8 euro quello rotondo, poi hanno anche il telaietto in legno per i lavori più grandi, ma non so quanto costi. npon gliel’ho chiesto. se volete vi do’ gli indirizzi, per quelle di Venezia e dintorni. ciao e alla prossima. a dimenticavo i video sono super e spiegati benissimo. se li ho capiti io, vuol dire che li possono capire tutti ciao.

    1. Ciao Donatella, scusa per l’enorme ritardo con cui rispondo a questo tuo messaggio.
      Ti ringrazio per l’apprezzamento dei miei video, mi fa molto piacere che ti siano stati utili :)
      Alla prossima!

  47. salve a tutti. tanti anni fa in una fiera ho comprato i telaietti (io compro tutto quello che è inerente ai lavori femminili) ho visto dei lavori realizzati ed ho cominciato a fantasticare sulle possibili applicazioni (sono specializzata per complicarmi la vita, ma amo trovare soluzioni ed applicazioni con il risultato che faccio tante prove ma siccome il tempo a dispozione è poco non riesco poi a realizzare i lavori o comunque non tutti quelli che avevo immaginato).insomma con con molto entusiasmo ho cominciato a lavorare fino a che mi sono resa conto che l’unione dei quadrati era più complicata di quello che pensavo e soprattutto che l’uso del cotone sottile tipo 12 non rendeva come avevo pensato. da qualche settimana volendo organizzare qualche lavoretto a mia mamma che si annoia ho pensato a questi telaietti e oggi internet ti apre un mondo di informazioni che 10 anni fa non c’era. ed eccomi a costruire telai di legno (mi aiuta mio marito) di tante misure per trovare la dimensione giusta. (se mi mandate la mail vi mando le foto) e sto realizzando uno gilet. sto sperimentando le varie tecniche di chiusura e dopo una lunga ricerca mi sembra che le spiegazioni sul telaietto.it siano le più giuste per un gilet. appena finisco invio le foto. intanto io continuo a provare per arrivare all’obiettivo di realizzare una coperta con il cotone da uncinetto che vorrei fare per le mie figlie. volevo ringraziare simona e tutti voi perchè siete un sostegno. ciao a presto

    1. Ciao Paola! :)
      Grazie a te per il tuo messaggio, e complimenti per la tua tenacia e la tua intraprendenza nel voler costruire i telai.
      Sarei felice di ricevere le tue foto, l’indirizzo è quello che vedi qui sul blog: simobre1967(chiocciola)libero.it

      Sono contenta che il mio sito Il Telaietto ti sia stato utile :)

      Buon lavoro!

      1. ciao Simona, qualche mese fa ti ho inviato sulla tua mail (quella che mi hai indicato) le foto del mio primo lavoro con il telaietto. non avendo avuto nessuna risposta ho pensato che forse non le hai ricevute, se è così fammelo sapere che te le reinvio. grazie. paola

  48. Ciao Paola! :)
    Le tue foto sono nella Galleria del sito! Ho ricevuto la tua email, ma in data 8 aprile… ;) Nessun problema, anzi, ti ringrazio moltissimo per il tuo contributo e ti faccio i miei complimenti per il bellissimo metodo di unione che hai ideato!
    A presto :)

  49. Leggevo che qualcuno aveva difficoltà su fatto che due lati vengono uguali e due diversi io posso dare indicazioni xk ciò non avvenga…invece io ho qualche problema a lavorare mezzo telaio per fare gli angoli, qualcuno cortesemente mi può aiutare?

    1. Ciao Sara,
      su questo blog c’è un post del 2009 in cui parlo di come ottenere un quadrato con tutti i lati uguali:

      https://simobre.wordpress.com/2009/01/12/telaietto-tecnica-lati-uguali/

      e in questo articolo ho inserito un link che porta al mio sito Il Telaietto, e precisamente a questa pagina con i Video Tutorial:

      http://www.iltelaietto.it/videocorsi/videocorso-telaietto-in-metallo-quadrato

      (scorri in basso)

      Per creare un triangolo, invece, guarda qui – sempre da Il Telaietto:

      http://www.iltelaietto.it/telai/telaietto-quadrato-in-metallo

      (scorri in basso)

      Spero ti possa essere utile ;)

      Simona

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...